La Cappella Sistina del Medioevo: la cripta di San Magno ad Anagni - IAM - L'anomala guida illustrata della ciociaria
ciociaria, cripta, anagni, ciociarialand, iam edizioni, iam ciociaria, frosinone,
15708
post-template-default,single,single-post,postid-15708,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,columns-3,qode-theme-ver-10.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

La Cappella Sistina del Medioevo: la cripta di San Magno ad Anagni

1933574_1563104660667760_3950463129924223530_o

La cripta che ospita le reliquie di San Magno nella Cattedrale di Santa Maria di ‪#‎Anagni‬ viene chiamata La Cappella Sistina del Medioevo non solo per la preziosa quantità dei bellissimi affreschi che adornano le pareti, 540 metri quadrati, ma soprattutto per le tematiche religiose in essi raffigurate da tre differenti botteghe di artisti che in questo luogo hanno operato tra il XII secolo e la prima metà del XIII secolo, i quali hanno anticipato i capolavori di Michelangelo e dei maestri del Rinascimento realizzati quasi tre secoli più tardi.

Difatti, sulle ventuno volte appaiono scene dell’Antico e Nuovo Testamento proprio come sulle pareti della Cappella Sistina, nonché la creazione del mondo e dell’uomo e infine le storie dei miracoli attribuiti a S. Magno e le agiografie dei santi sepolti negli altari, S. Magno, patrono della città, SS. Aurelia e Noemisia, S. Secondina e reliquie di S. Oliva, S. Sebastiano, S. Cesareo e altri martiri. Una nota particolare è la rappresentazione dei due medici Ippocrate e Galeno che gli antichi legavano alla “teoria dei quattro elementi”: la bile nera, il flegma, la bile gialla ed il sangue, ovvero i quattro elementi del corpo, ai quali corrispondevano gli elementi del cosmo ovvero acqua, aria, terra, fuoco, le quattro età dell’uomo, infanzia, adolescenza, maturità e vecchiaia ma anche le quattro stagioni.

Photo Credits: http://www.futouring.it/